Fondatrici e equipe in Mozambico

Il sogno iniziò fra il 1996 e il 1999, a Pemba, nel nord del Mozambico, nel contesto di estrema povertà del dopoguerra. Dopo alcuni anni di volontariato missionario nella Diocesi di Pemba con le Suore Figlie di Maria Ausiliatrice, Laura Pierino inizia a sentire la necessità di dar risposta ai tanti appelli della popolazione più vulnerabile in quella realtà estremamente carente, e soprattutto ai molti bambini orfani privi di protezione e di educazione. In risposta al grido silenzioso dei più poveri e dei piccoli, iniziarono a sbocciare, sotto la tutela della Diocesi di Pemba, varie risposte in forma di Case di accoglienza e Programmi nella comunità a favore dei bambini orfani, denutriti, abbandonati a causa dell’idrocefalia o di altre gravi disabilità, madri adolescenti, bambini di strada, anziani, famiglie carenti e lebbrosi.

Pochi anni più tardi Teresa de Jesús Ferrero Vaquero, missionaria nella Diocesi di Pemba con le Suore Figlie di Gesù, si unisce alla missione di restituire dignità e vita a chi non aveva più speranze, scegliendo di dedicare la sua vita ai più vulnerabili.
Per iniziativa di queste due laiche impegnate, unite da una vocazione cristiana comune, fu fondata nel 2008 la Fondazione “Sementes de Esperança”, come identità legale di tutti i Programmi e i Centri sorti negli anni anteriori e quelli successivi.
Tutte queste iniziative crescono grazie a molte persone di buona volontà, sia mozambicane sia di altri Paesi, che si uniscono allo stesso ideale delle fondatrici, dedicando ad esso la propria vita o parte di essa, o partecipando in modi diversi a questa vasta rete spirituale di solidarietà, condivisione e speranza.

Ismael Ferrero Vaquero, spagnolo, arrivò a Pemba nel 2006 con l’intenzione di fare una visita a sua sorella Teresa e realizzare un’esperienza di volontariato. L’incontro con questa realtà e con il lavoro della Fondazione lo impressionò così positivamente che il suo volontariato è diventato un impegno. Ha collaborato instancabilmente per la costituzione legale della Fondazione in Mozambico e ne è stato il primo Presidente. Attualmente, oltre ad essere uno dei Rappresentanti Legali in Mozambico, si occupa della coordinazione di varie aree del funzionamento della Fondazione a Pemba.

Marta Paños Larrauri, spagnola, arrivò a Pemba nel 2010 per fare un’esperienza di volontariato con la Fondazione. A partire da quell’esperienza, iniziò a coltivare il sogno di poter ritornare a Pemba per camminare con i piccoli e i più fragili, dando voce e udito alle loro esistenze e prendendosi cura delle loro vite con amore e speranza.
Tornò nel 2012 e da allora é impegnata pienamente nella missione della Fondazione, mossa da una spiritualità filantropica atea, e coordina varie aree di questo lavoro.

Stefania Evangelista Sasso, italiana, ha conosciuto il lavoro della Fondazione a Pemba nel 2012, mentre stava realizzando un’esperienza di un anno di volontariato a Mepanira, nella Provincia del Niassa.
Inseguendo il suo sogno di difendere la dignità dei bambini con disabilità e mossa da un grande amore per l’Africa, si é unita alla Fondazione “Sementes de Esperança” nel 2014.
Stefania accompagna e coordina varie aree e si dedica con passione alle persone più vulnerabili, soprattutto i bambini con disabilità.