Storia Casa Azul

La storia FSDE

CASA AZUL - CASA DO GIRASSOL AZUL

É sorto nel 2002 come Centro di Accoglienza per bambini idrocefali o com altre gravi disabilitá in situazione di abbandono o negligenze da parte della famiglia. Il Centro offriva un’assistenza integrale ai bambini e attivitá di educazione speciale, fisioterapia e ludoterapia. Le famiglie erano coivolte attraverso incontri individuali o di gruppo con l’obiettivo di offrire loro formazione, orientamento e sensibilizazione per l’integrazione del bambino nella vita familiare.

CASA AZUL - CENTRO DE INTEGRAÇÃO INFANTIL “VAMOJA”

Nel 2009 la Casa Azul inizió ad accogliere anche bambini bisognosi di attenzioni speciali a causa di una desnutrizione severa. I Centri “Casa Azul” e “Berçário Madre Teresa di Calcutta” furono unificati in un unico Centro denominato “Centro di Integrazione Infantile Vamoja” (che in lingua Makua significa “Insieme”).

Il Centro aveva tre settori: educazione speciale per bambini con disabilitá, accompagnamento nutrizionale per bambini denutriti e accompagnamento pedagogico per i bambini in via di recupero e in processo di reintegrazione nella famiglia.

Nel 2011 un incendio distrusse tutta la struttura del Centro.
I Programmi continuarono a funzionare nella comunitá, accompagnando bambini con disabilitá e con denutrizione che vivevano con le loro famiglie nel distretto di Mecufi, localitá di Murrebue, essendo questa una zona con alto tasso di denutrizione e con una cultura tendente allo stigma sui bambini con disabilitá. I due Programmi di chiamavano:
Programma Casa Azul e Programma Ultzama.

CASA AZUL - NOVO VAMOJA

Dopo la ricostruzione, nel 2014, il programma fu rimpostato con l’intenzione di lavorare in modo piú efficace sulla responsabilizzazione delle famiglie che in molti casi finivano con l’abbandonare il bambino nel Centro a causa delle difficoltá che affrontavano e, in alcuni casi, la vergogna. Il Centro divenne una Casa di Accoglienza transitoria per mamme con bambini dei villaggi fuori Pemba (soprattutto Murrebue) che avevano necessitá di un accompagnamento speciale dal punto di vista medico, nutrizionale o fisioterapico.